Coronavirus, il valore delle case è sceso?

In questi ultimi mesi, si è verificato un deprezzamento immobiliare. Purtroppo il lockdown da coronavirus ha causato ingenti danni tra cui questo, la crisi ha colpito anche il settore immobiliare. Certo è ancora presto per capire la gravità del problema.

Inoltre si è verificato un cambiamento di interesse, ora le persone cercano soprattutto case con giardini o con balconi.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le statistiche del primo trimestre 2020. È uscito fuori che già il mercato immobiliare aveva subito una regressione del 14,8%. Questi dati non sono per niente positivi perché sono compresi i mesi di gennaio e di febbraio quando ancora non era scattato il lockdown.
Perciò inevitabilmente viene da pensare alle statistiche del secondo trimestre 2020.

Che valori avrà registrato il mercato immobiliare?

Purtroppo il COVID-19 ha causato una grave recessione economica e finanziaria a livello mondiale. Il mercato immobiliare negli ultimi anni aveva già subito dei danni e l’arrivo del coronavirus di certo non ha aiutato a migliorare la situazione.

Durante la pandemia il settore immobiliare è stato sottoposto a un mutamento. Ad esempio gli appartamenti senza balcone hanno subito una riduzione di valore, al contrario ora vengono cercati prettamente con balcone. Poi c’è un aumento di richiesta di case con giardino. Oltretutto si sta verificando un ritorno delle grandi metrature.

Ciò potrebbe essere naturale dato che il lockdown ha costretto gran parte delle persone a rimanere a casa per molto tempo, cambiandone i bisogni e le abitudini. Di conseguenza sono mutate le preferenze della domanda.

Anche la sharing economy è in forte crisi. La paura di essere contagiati dal coronavirus e il lockdown stesso non hanno permesso e non permettono ancora di condividere beni e servizi con sconosciuti.

Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi mesi, ma un fatto è sicuro il settore immobiliare sta vivendo un grande cambiamento.

About the author

Turismomediofriuli.it

View all posts