Piattaforme, regolamenti, depositi minimi, commissioni sono soltanto alcuni dei fattori che un trader deve prendere in considerazione quando si è alla ricerca di un broker Forex. Oggi con questo articolo vi aiuteremo a scegliere i broker, con un elenco di fattori molto importanti per la scelta del broker.

Iniziamo subito dalla parte normative, primissima cosa da considerare, quando si è alla ricerca di un broker è controllare se il broker è regolato da un’autorità di regolamentazione. Operando con un broker regolamentato, potrete avere la certezza che la società di brokeraggio soddisfa gli standard operativi che sono imposti dagli organismi di regolamentazione.

Alcuni di questi requisiti normativi sono una capitalizzazione adeguata e la gestione dei conti separati con lo scopo di proteggere i fondi dei clienti.

Un altro requisito imposta è quello di offrire protezione dei fondi se il broker diventasse essere insolvente e assicura che il broker mantega rigorosi standard in qualità di fornitore di servizi finanziari.

I paesi che dispongono di autorità di regolamentazione finanziaria che sono supportate da una rigorosa normativa sono, ASIC (Australia), CySEC (Cipro) Eurozona (MiFID e regolatori locali) SEBI (India), FSA e JSDA (Giappone) FINMA (Svizzera) FCA (Regno Unito) CFTC e SEC (Stati Uniti).

La seconda cosa da considerare è la Piattaforma e software di trading, permette l’accesso ai mercati finanziari. La maggior parte dei broker offre ai suoi clienti varie piattaforme di trading tra cui scegliere. Il più delle volte, le piattaforme di negoziazione sono fornite da fornitori di soluzioni di trading di terze parti come MetaQuotes Software. Ci sono altri broker che hanno iniziato a sviluppare le proprie piattaforme di negoziazione con l’obiettivo di differenziarsi dagli altri broker. Molto spesso queste piattaforme sono le migliori per negoziare, questo perché vengono progettate proprio per facilitare il cliente. Tuttavia un ottimo broker deve dare la possibilità ai suoi clienti una selezione di piattaforme. Le piattaforme che potrete trovare di solito tra i diversi broker del settore è la piattaforma MetaTrader 4.

Le piattaforme offerte hanno diverse funzionalità, ed è importante guardare le varie funzionalità che offre. Pacchetto grafico completo, ampia gamma di indicatori tecnici, trading con un clic sulla piattaforma di trading, strumenti di gestione dei rischi come ordini di stop loss e trailing stop.

Tutti queste funzioni possono sembrarti banali, ma in realtà svolgono un ruolo cruciale e garantiscono un’esperienza di trading senza interruzioni e produttiva.

Quando si selezione la piattaforma, è una questione di scelta personale.

La maggior parte di queste piattaforme hanno le stesse funzionalità di base. Il modo migliore per selezionare la piattaforma è quella di provarla con un account demo che viene fornito dal broker.

Se un broker non offre un account demo, molto probabilmente non vale la pena prenderla in considerazione.

Il prossimo passo è quello di controllare le commissioni e gli spread offerti.

Il mercato Forex a differenza di altri mercati finanziari, opera soprattutto su spread invece che su commissioni, questo è proprio il motivo per cui la maggior parte dei broker ti dice che offre i suoi servizi senza commissioni.

Allora come fanno i broker a guadagnare? Semplicemente, guadagnano addebitando uno spread ai trader. Lo spread è la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita.

Ci sono tre tipi di costi di trading, spread fisso, in cui lo spread non cambia e si conosce l’importo prima di negoziare. Spread variabile, questo spread è variabile e si muove sempre in base alla volatilità del mercato, infine Commissioni, queste vengono calcolate come percentuale dello spread dei broker. Si deve essere a conoscenza dell’importo da pagare prima di negoziare.

Il tipo di spread dipende in larga misura dal tipo di modello di business su cui opera il broker.

Ora passiamo a considerare i tipi di account, la maggior parte dei broker forex offre ai suoi clienti una selezioni di conti di trading per soddisfare le diverse categorie di trader. Tutti i broker offrono un conto base, dove con un minimo di deposito che varia a secondo del broker puoi aprire un account di trading. Per chi a più disponibilità di soldi per negoziare i broker mettono a disposizione un altro tipo di account, con maggiori servizi e funzionalità.

In ine l’assistenza clienti, verificate sempre si esistono diversi metodi per raggiungere l’assistenza. La maggior parte dei broker fornirà ai loro clienti diversi modo come e-mail, chat dal vivo, telefono ecc..

Ci sono molti fattori che si devono considerare quando si cerca un broker.

Una volta trovato il broker giusto con cui lavorare, puoi concentrarti maggiormente sulle tue attività di trading e fare trading in modo sicuro, aumentando così la possibilità di successo nel trading sul mercato.